lunedì 29 febbraio 2016

Allenamento Shaolin, uno stile di kung fu che mira alla massima velocità e potanza

Lo Shaolin, è uno stile di Kung Fu che mira sulla fluidità e sfrutta la forza usando tutto il corpo, il nome Shaolin è stato preso dal famoso monastero buddista.

In questo monastero si sono sviluppati i primi stili di Kung Fu e per millenni i monaci hanno continuato ad allenarsi modificando sempre in meglio il loro stile.

I monaci sfruttarono l'elasticità combinandola alla forza per ottenere dei movimenti e dei colpi perfetti. Secondo i monaci Shaolin, il solo uso della forza fisica non serve a nulla, per avere dei buoni risultati in combattimento bisogna sfruttare la forza dell'avversario usando un atteggiamento fisico e mentale.

Leggi anche: Chi sono veramente i monaci Shaolin?

Tutti gli altri stili di Kung Fu derivano da questo monastero che negli anni ha portato a creare diversi stili come il Tai Chi Chuan, Tai Chi, inoltre lo Shaolin si basa molto sulla corretta respirazione e sulla concentrazione mentale.

In genere chi pratica lo Shaolin raggiunge una elasticità impressionante, ma sopratutto grossa capacità di autocontrollo, che porta il praticante ha vivere in armonia e serenità.

Le tecniche dello Shaolin si suddividono in diverse posture e colpi, il Ta per i monaci significa colpo di mano, il T'i colpo di piede, lo Shuai proiezioni, Na prese o varie leve, Tien pressioni sui punti vitali del corpo.

Nello Shaolin vengono utilizzate anche molte armi tra cui, bastoni di varie lunghezze a seconda dell'allenamento, spade, lance, sciabole di varie dimensioni, catene, e bastoni snodati.

Potrebbe anche interessarti: Il vero dubbio nelle arti marziali tradizionali

Inoltre l'allenamento Shaolin porta ad avere una fisicità molto elastica, calcolando che buona parte dell'allenamento è basato sull'attività fisica è acrobatica, divaricazione gambe, tenersi in equilibrio con la sola forza delle mani, capriole da terra, riscaldamento dei muscoli ma sopratutto concentrazione mentale.







Nessun commento:

Posta un commento