mercoledì 2 marzo 2016

I pugni a catena del Wing Chun

All'età di 15 anni, ho iniziato ad allenarmi al parco con un ragazzo che veniva in palestra con me, io ero già appassionato di arti marziali ma non avevo mai praticato il Wing Chun.

Questo ragazzo aveva molta esperienza soprattutto nel Wing Chun, iniziò ad insegnarmi un po' di colpi efficaci e vari movimenti, una tecnica che non mi scorderò mai sono i pugni a catena, la tecnica consiste nel colpire lo stesso punto ripetutamente utilizzando entrambe le braccia.

Il movimento delle braccia deve essere continuo e occorre far roteare i pugni sempre nella stessa direzione come se fosse un treno in movimento continuo, questo a mio parere è uno dei colpi più potenti anche perché una volta centrato l'obbiettivo diventa difficile per l'avversario parare tutti i colpi a catena.

Leggi anche: Il Wing Chun efficace in un combattimento di MMA - Come tirare un pugno in modo corretto

Questi colpi lanciati ripetutamente sono molto simili a quelli della boxe, immaginate un buon pugile che riesce a chiudervi all'angolo be.. non avete molto scampo se non indietreggiare e chiudervi in guardia, ecco la stessa cosa sono i colpi a catena del Wing Chun, una volta che si centra l'obbiettivo è davvero difficile per l'avversario riuscire a non subire la furia di questi colpi sferrati ripetutamente con aggressività.

Potrebbe anche interessarti: La vera storia del maestro di Wing Chun Ip Man - La filosofia di Bruce Lee e Jiddu Krishnamurti

I colpi del Wing Chun mirano alla semplicità e cercano di infliggere all'avversario danni seri in modo da rendere l'azione il più breve possibile.



Nessun commento:

Posta un commento