mercoledì 2 marzo 2016

La storia del pugile Jake La Motta

Giacobbe la Motta (il suo vero nome), di origini siciliane da parte del padre, La Motta diventò ben presto un pugile professionista. Vince il titolo mondiale la prima volta nel 1949 a Detroit, contro il campione in carica Marcel Cerdan.

Diventato il nuovo campione dei pesi medi per Jake La Motta iniziò un vero susseguirsi di match che lo portarono a difendere il titolo mondiale continuamente, Jake nell'arco della sua carriera collezzionò ben 83 vittorie tra cui 30 per KO e 19 sconfitte.

Le caratteristiche particolari di questo pugile impressionarono talmente tanto che decisero di fare un film sulla sua storia dal titolo "Toro scatenato" interpretato dal grande attore Robert De Niro, che grazie a questo film incasso un premio Oscar come migliore attore. Nel film Robert De Niro dovette perdere e rimettere su peso per interpretare Jake La Motta alla fine della sua carriera.

Leggi anche: Toro scatenato: il film su Jake La Motta - Tutti i film sul pugilato da Oscar


Jake La Motta era davvero un pugile straordinario incassava i colpi come pochi e non aveva paura di niente anche quando l'avversario aveva il sopravvento Jake incitava sempre il suo sfidante a colpirlo per dimostrargli che i suoi colpi era deboli.

Potrebbe anche interessarti: Come allenare il gioco di gambe nella boxe - Il campione di pugilato più vecchio del mondo

Quando Jake La Motta si ritirò definitivamente dal pugilato decise di comprare qualche bar e recitare come attore in alcuni dei suoi locali, girò anche diverse pellicole tra cui "Lo spaccone".



Nessun commento:

Posta un commento