mercoledì 2 marzo 2016

Le leve articolari delle arti marziali

Non tutto è realmente così semplice come si vede magari in televisione, quante volte vi sarà capitato di vedere alcune scene di combattenti che si scontrano e con una serie di leve articolari riescono a bloccare e mettere a ko l'avversario come se fosse una passeggiata, be io non ci credo, in una situazione reale di attacco innanzitutto bisogna calcolare parecchie cose:

L'avversario in genere ti attacca con decisione per farti davvero male e nella maggior parte dei casi tende a colpire più volte, se l'avversario è fisicamente più forte già parti svantaggiato, perché non è semplice riuscire ad effettuare una leva articolare ad un avversario molto più robusto di te.

Sono tanti i motivi che mi fanno supporre che le leve articolari non sono efficaci durante uno scontro reale, certo in alcuni casi si può sfruttare la forza avversaria contro di lui, ad esempio se un aggressore vi sferra un pugno improvvisamente e riuscite a schivarlo sicuramente l'avversario si troverà sbilanciato e volendo potrete sfruttare la situazione per bloccarlo e fermarlo, ma non è così semplice come può sembrare.

Leggi anche: La presa ad uncino nelle arti marziali - Il potente calcio laterale di Bruce Lee


Ricordate che l'avversario vuole farvi molto male e non si limiterà solamente a buttarvi per terra, quasi sicuramente tenderà ad attaccarvi con una serie di pugni e quando sarete a terra vi tirerà dei calci, un altro consiglio è di non cercare mai uno scontro da terra se non avete esperienza, poiché se il vostro avversario riuscirà ad immobilizzarvi per voi sarà la fine.

Potrebbe anche interessarti: Arti marziali africane e tecniche di combattimento - Il wrestling ha contribuito a formare le arti marziali miste

Il mio consiglio personale è allenare molto le gambe usando la corda, questo vi permetterà di ottenere una maggiore stabilità nelle gambe e quindi non vi farà cadere facilmente durante un aggressione, per quanto riguarda le leve puntate più sui pugni e i calci, anche se le leve possono sempre tornare utili in alcuni casi.



Nessun commento:

Posta un commento