martedì 1 marzo 2016

La filosofia delle arti marziali

Ho deciso di scrivere questo articolo per cercare di condividere con tutti voi la vera essenza delle arti marziali, a mio avviso parlo per esperienza personale mi è capitato spesso di incontrare ragazzi che venivano in palestra  perché avevano appena visto qualche film di combattimento o per il semplice fatto di sentirsi forti e rispettati.

Le arti marziali secondo me hanno un ruolo completamente opposto dovrebbero prima di tutto insegnare la disciplina poiché l'arte marziale non è soltanto fatta di colpi e attacchi la vera essenza sta proprio nel saper comportarsi gestendo i propri impulsi e riuscire a rispettarsi a vicenda.

L'arte marziale è uno studio che porta il praticante a conoscere se stesso ma sopratutto a capire quando è il caso di attaccare un avversario, finché un praticante di arti marziali non riuscirà a vedere al di là non potrà mai essere un vero campione.

Leggi anche: Filosofia di Bruce Lee - Le vere origini delle arti marziali cinesi


Tanti pensano che soltanto colpendo duro un avversario possono vincere, ma non è sempre così ci sono atleti che sono in grado di sfruttare la forza bruta dell'avversario per trarne vantaggio, inoltre credo che quando si combatte bisogna stare calmi perché se si pensa troppo a come colpire o si ha paura di perdere si perde già in partenza uno scontro.

Una cosa molto importante è non essere troppo impulsivi perché automaticamente si perde il controllo dell'azione e si rischia di sferrare colpi a vuoto.

Chi pratica arti marziali dovrebbe essere sempre cosciente delle proprie azioni alle volte non basta avere una cintura nera per dimostrare il proprio grado di abilità, bisognerebbe prima di tutto imparare l'umiltà e il rispetto dell'avversario così da diventare allo stesso tempo una persona saggia e decisa.

Potrebbe interessarti: Allenare il Qi nel Kung Fu - I segreti nascosti del Qi Gong

Solo quando un atleta raggiungerà la propria serenità e stabilità mentale riuscirà a combattere liberando la mente da tutti i pensieri negativi o di ansia.



Nessun commento:

Posta un commento