martedì 1 marzo 2016

Bruno Arcari, il pugile italiano con le sopracciglia deboli

Sto parlando del pugile italiano Bruno Arcari nato ad Atina e considerato uno dei miglior pugili italiani, vince il titolo mondiale nel 1970 e si conquista un record di vittorie per ko.

Il suo punto debole però sono sempre state le sopracciglia, ed ecco perché si è ritrovato a perdere parecchi incontri che avrebbe potuto tranquillamente vincere, sfortunatamente uno dei suoi tanti incidenti sul ring fu contro il pugile Alex Oundo, il match era nettamente a favore di Bruno Arcari ma viene colpito al sopracciglio e l'incontro termina a favore di Alex.

Un altro episodio simile successe nel suo primo combattimento da professionista contro Franco Colella, dopo un colpo ricevuto al sopracciglio l'arbitro dovette fermare l'incontro e ovviamente Bruno Arcari non riusci a vincere l'incontro che aspettava da tempo.

Leggi anche: Il combattimento più divertente della storia


Bruno Arcari è stato uno dei pochi pugili al mondo a conquistare la cintura Century's Champ, la famosa cintura che viene assegnata solo ai pugili che riescono a mantenere il titolo per più di quattro anni.

Potrebbe anche interessarti: Combattimenti di boxe contro gli orsi

Il pugile infine abbandono per sempre la boxe nel 1974 ma è rimasto nel cuore di tanti tifosi italiani per la sua forte tenacia e la maestria nel saper colpire e mandare ko i suoi sfortunati avversari.



Nessun commento:

Posta un commento