martedì 1 marzo 2016

Il maestro di karate che combatte contro i tori

Il suo vero nome è Young Li ma quando si trasferì in Giappone dovette cambiare il suo nome e si fece chiamare Oyama. Il maestro Oyama nasce in un piccolo villaggio coreano e la sua passione per le arti marziali lo porta a studiare varie discipline come il Kenpo, la boxe, il Ju-Jitsu e il Kung Fu.

A soli 15 anni Oyama diventa un esperto di Karate stile Shotokan con il livello di 2 dan per poi arrivare al 4 dan, ma la sua passione è tale che non gli basta più il Karate vuole diventare anche un maestro di Judo e così  riesce ben presto a raggiungere il 4 dan anche nel judo.

Dopo anni di duro allenamento Oyama decide di allenarsi sulle montagne per diventare il Karateka più forte mai esistito, la decisione di quell'allenamento solitario è raggiungere la vera via delle arti marziali.

Leggi anche: Bubishi la bibbia del karate - Le attrezzature essenziali per praticare Karate

Nel 1947 partecipa  a vari tornei di Karate e vince il primo torneo di Kyoto, successivamente per dimostrare a tutti la sua vera forza combatte addirittura contro i tori riuscendo ad ucciderne tre con un solo colpo di Karate, una volta a rischiato di morire poiché un toro lo aveva infilzato dietro la schiena e si è dovuto fare 6 mesi a letto.


Oyama in quegli anni ha ricevuto molte sfide da vari lottatori che erano decisi a batterlo in combattimento, ma la maggior parte degli sfidanti non durava nemmeno tre minuti ecco perché è stato definito uno dei maestri più forti mai esistiti.

Potrebbe anche interessarti: Un cattivo maestro nuoce gravemente alla salute - La cintura nera e i dan





1 commento:

  1. be è possibile se il toro è piccolo ma uno di 5 7 quintali gli avrebbe fatto una bella pippa anche con un colpo potentissimo come gli avesse esercitato una pressione di un grammo quindi non lo poteva uccidere non gli avrebbe rotto il punto vitale una volta nelle olimpiadi del 2012 vedendo questi sollevatori di pesi parlando con uno mi desse che questi con la forza che hanno romperebbero il collo a leone se gli legano i piedi io gli diedi ragione ma poi in un documentario vidi delle leonesse o leoni giovani perche non avevano la criniera avranno pesato no piu 130 kg penso gli misurarono la forza della testa e sprigionarono 270 280 kg e quello che gliela misurata disse che avrebbero potuto superare i 300 allora ripensai che un sollevatore di pesi ilcollo non glielo avrebbe rotto perche la sua forza era inferiore quindi pensa un leone di 3 quinta che forza che sprigione e quindi figurati un toro di 5 7 quintali se fai la proporzione genera qaalche tonnelata di forza quindi i sollevatori di peso non gli conviene prenderlo per le corno per rompergli il collo o a questo maestro di karate di ucciderlo ma poi forse è un film mi ricorda il documentario superniuman che conoscerai di sicuro sono quasi tutte cazzate e una di queste un lottatore di jujziu o judo che ha imparato a usare il corpo come un sacco in grado di sopportare colpi potentissimi anche alle palle che un dei calci che gli diedero genero una forza di 400 kg e non gli fece nulla l unica spiegazione è che le palle non le aveva

    RispondiElimina