martedì 1 marzo 2016

Il primo pugile nero ad indossare la cintura di campione del mondo

Jack Johnson fu il primo pugile nero in assoluto a diventare campione del mondo, nasce in Texas a Galveston, la sua stazza fisica e la sua altezza di 1.90 lo resero un vero duro e i suoi avversari non avevano scampo, il suo pugno era in grado si scaraventare un avversario fuori dal ring.

Purtroppo però nel 1900 anno in cui il pugile afroamericano iniziò a farsi conoscere il razzismo era ancora molto diffuso e gli vennero chiuse molte porte poiché a quei tempi un nero sul ring non era ben accetto.

La strada per Jack Johnson divenne sempre più difficile finché un giorno gli organizzarono un incontro con il campione del mondo Tommy Burns, Jack vinse facilmente il match e divenne automaticamente il nuovo campione.

Leggi anche: Il pugile dal pugno di ferro - Il pugile con le sopracciglia deboli

Una volta campione il pugile americano James Jeffrey che anni prima rifiutò la sfida, fu costretto a combattere con Jack, durante l'incontro Jhonson riesce addirittura a scaraventarlo fuori dal ring e a batterlo per ko.


Dopo la vittoria, Jack continuo a vincere vari incontri ma in quegli anni si sposò con una bianca e venne arrestato ingiustamente e così fu costretto a rifugiarsi in Europa, successivamente durante l'incontro con il pugile Jess Willard, Jack perde il match e lascia per sempre il titolo di campione del mondo.

Potrebbe anche interessarti: La tragica vita del pugile Emile Griffith - Ex campione mondiale di boxe attaccato da un cane feroce



2 commenti:

  1. sono sampre l anonimo ma questo grande campione mi pare di capire che aveva solo la forza e non tecni ca tu che dici e poi ma quanto pesava ho letto tra i gki 85 101 kg posso pure pensare che quando stava al massimo del peso era in sovrapeso cmq per scaraventare un avversario fuori dal ringdoveva essere n una bestiaccia se era grossoil suo avversario e deve essere lunico massimo a ritirarsi a 60 è chiaro che li ha persi minimo quasi tutti ma io penso tutti pero aa quel eta la essere un pugile professionista è gia un impresa ha mantenuto il titoloper 9 anni dai 28 anni ai 37 bisogna pure vedere quante volte la difeso sicuramente avrebbe perso con tyson magari dandogli molto filo da torcere cmq due leggende ma nonpenso come tyson di sicuro come invicibilita e forza sta nella top ten

    RispondiElimina
  2. cmq ho capito da poco che aveva anche la tecnica perche per battere un pugile enorme come jefries che lui a confronto era piccolo è chiaro che la doveva avere per forza per lomeno se il match erA TRUCCATO GLI HA SEMPRE RESISTITO PARECCHI RAUND E JEFFIRES DISSE CHE ANCHE NEL SUO MOMENTO MIGLIORE NON MLO AVREBBE BATTUTO FU TROPPPO MODESTO PERCHE AVEVA 31 ANNI E UNO STA QUASI AL MASSIMO DEL VIGORE BE RIPENSANDOCI BENE LE PROBABILITA DI BATTERE TYSON SAREBBERO STATE PIU ALTE DI SICURO UN CAMPIONISSIMO COME JONSON GLI AVREBBE DATO MOLTISSIMO FILO DA TORCERE ACHE AVESSE PERSO SOPRATUTTTO SE LO AVESSE AFFRONTETO NEGLI ANNI 80 PER I MOTIVI CHE GIA SAI UN PUGNO DAVVERO DEVASATANTE GIA IL FATTO CHE HA DATO MOLTO FILO DA TORCERE A WILLARD UN ULTERIRE CONFERMA DEL FENOMENO CHE ERA CAMPIONI COME QUESTI NON CI SARANNO MAI PIU PER LO MENO NE SONO QUASI SICURO UN ALTRO GRANDE CAMPIONE FU HOLIFIELD E NON è GIUSTO CHE GLI ESPERTI NON LO AMMETTONO BASTA SOLO VEDERE LE MEDAGLIE CHE VINSE ALLE OLIMPIADI SECONDO ME FU MEGLIO DI LENNOX CHE FU UN ALTRO GRANDE CAMPIONE

    RispondiElimina