mercoledì 2 marzo 2016

Il pugile italiano Domenico Spada arrestato per usura aggravata

Domenico Spada, 34 anni soprannominato il Vulcano, pugile di origini romane, vanta il titolo di campione europeo e mondiale silver Wbc dei pesi medi, inoltre è un commentatore sportivo per un canale televisivo molto noto e professionista dal 2002 con il record di 39 match vinti e solo 6 perduti.
Proprio ultimamente aveva comunicato ufficialmente la voglia di scendere di categoria e boxare con i superwelter. Purtroppo Spada è stato arrestato oggi insieme ad altre tre persone tra cui anche una donna, nel corso di una operazione con la denuncia di un commerciante. Le prime ipotesi sono che potrebbe far parte di un'organizzazione criminale.

Leggi anche: Ex campione di boxe attaccato brutalmente da un cane feroce - La tragica vita del pugile Emile Griffith

La denuncia è partita da un piccolo imprenditore di 40 anni che dopo aver chiesto un prestito ad una donna si sarebbe trovato in un guaio ancora più grosso poiché il debito era aumentato ancora per via degli interessi, successivamente Domenico Spada andò a trovare l'uomo costringendolo con la violenza a firmare un documento nel quale dichiarava che l'uomo avrebbe dovuto donare la sua villa di proprietà per far fronte al debito. Dopo più di un anno di accurate indagini il pugile è stato arrestato insieme ad altri complici tutti della stessa organizzazione per usura aggravata.

Potrebbe anche interessarti: Il pugile più debole della storia si ritira - I ko più terribili nella storia del pugilato



Nessun commento:

Posta un commento