martedì 10 maggio 2016

Storia di Morihei Ueshiba: il vero fondatore dell'arte marziale Aikido

Morihei Ueshiba, fondatore dell'Aikido e maestro abilissimo in altri stili di arti marziali, nacque nel 1883 da una famiglia di agricoltori in una zona della Prefettura di Wakayama ora conosciuta come Tanabe. Dal padre Yoroku, ereditò la determinazione e l'interesse di un samurai negli affari pubblici, e dalla madre un intenso interesse per la religione, la poesia e l'arte.

Nella sua prima infanzia, Morihei risultò piuttosto debole e malaticcio, cosa che lo portò a chiudersi spesso in casa a leggere i libri invece che giocare  e muoversi all'aria aperta. Per incoraggiare suo figlio, il padre Yoroku gli avrebbe raccontato le storie del suo bisnonno Morihei "Kichiemon", uno dei samurai più forti in assoluto del suo tempo, e lo incoraggiò a studiare anche il Sumo wrestling ed il nuoto. Morihei divenne più forte e più determinato dopo che suo padre venne aggredito e picchiato da una banda di teppisti assoldati da un politico rivale. 


Nell'anno del 1898, Ueshiba lasciò il suo villaggio natale e viaggiò a Tokyo nell'intento di creare una piccola attività di cancelleria. Mentre a Tokyo, cercò un istruzione nelle arti marziali. In seguito iniziò a studiare attivamente decine di arti, ma si specializzò solo in  tre: lo stile della spada noto come Yagyu Shinkage Ryu, lo stile personale conosciuto come Hozoin Ryu, e Tenjin Shinyo jujutsu. 

Durante il periodo della guerra russo-giapponese, decise anche di arruolarsi nell'esercito. Ma non riuscì a soddisfare i requisiti minimi di altezza. Rimase così sconvolto che andò subito nella foresta oscillando sugli alberi cercando disperatamente di allungare il suo corpo. Nel suo successivo tentativo di arruolarsi, superò il suo esame diventando un soldato di fanteria nel 1903. 

La guerra russo-giapponese nel (1904) fornì a Ueshiba una situazione reale nel sviluppare se stesso in accordo con i principi che aveva imparato durante la sua formazione nelle arti marziali. Ueshiba trascorse gran parte degli anni della guerra nel clima rigido del nord Manciuria e alla fine della guerra, la sua salute si era deteriorata considerevolmente. 



Successivamente Morihei tornò a casa sua nella fattoria. Essendo diventato forte durante il campo militare, ora era ansioso di continuare la sua formazione fisica. Il padre gli costruì un dojo nella sua fattoria. Durante questo periodo, il giovane Ueshiba diventò più forte e scopri che possedeva grandi capacità. Divento sempre più interessato negli affari politici. Nella primavera del 1912, all'età di 29 anni, lui e la sua famiglia si trasferirono nel deserto di Hokkaido. Dopo alcuni anni di lotta, il piccolo villaggio iniziò a prosperare. Ueshiba era cresciuto tanto a livello muscolare, al punto che il potere che possedeva diventò praticamente leggendario.



Nessun commento:

Posta un commento