lunedì 6 giugno 2016

Bruce Lee il mito: storia, morte e successi

Nascita di Bruce Lee: un attore del cinema cantonese di nome Lee Hoi Chun si esibiva a San Francisco accompagnato da sua moglie incinta Grace. A novembre, Grace aveva iniziato il travaglio ed è stato portata in ospedale. Il 27 Novembre 1940, presso l'ospedale Jackson Street, Grace ha dato alla luce un bambino di nome Bruce.

A soli sei anni, Bruce ha cominciato ad apparire in numerosi film cinesi. Il suo primo film è stato chiamato "L'inizio di un ragazzo." In seguito è stato deciso che avrebbe dovuto recitare in un film con il padre. Il film è stato chiamato con titolo inglese:"My Son Ah Cheun". Bruce in quel film, ha avuto un ruolo più grande di suo padre. In ogni film ha spesso vestito i panni di bambini problematici, sempre a rubare e ad azzuffarsi per le strade. Tra questi film cantonesi troviamo "Il ragazzo della giungla nera" e "Ragazzi della strada". 
Quando Bruce aveva 14 anni, è stato picchiato in una rissa da strada. Così, dopo aver discusso la questione con la madre ha deciso di imparare le arti marziali e di sviluppare il suo fisico e la sua capacità di difesa. La maggior parte della gente pensa che Bruce è nato già muscoloso. In realtà è stato tutto il contrario; era piuttosto fragile e non mangiava mai bene anche quando è tornato negli Stati Uniti nel 1958. Solo attraverso la formazione costante e la corretta alimentazione è riuscito ad ottenere risultati sorprendenti.



Il suo primo maestro fu Sifu Yip Man. Bruce divenne sempre più ossessionato dal Wing Chun e ben presto diventò un vero esperto. Uno dei suoi metodi di formazione è stato il manichino di legno, un dispositivo di addestramento che costruisce sia la velocità che la messa a fuoco. Un altro dei suoi insegnanti fu Siu Hon Sung, un esperto di kung fu. Bruce aveva anche imparato la danza del Cha Cha che spesso offriva scambiare per alcune lezioni di kung fu. 

A San Francisco Bruce ha vissuto con il suo amico, Ruby Chow, che possedeva un ristorante. Bruce ha lavorato nel ristorante mentre viveva in soffitta. Dopo aver finito il liceo, era ancora in continua formazione per sviluppare le sue abilità nelle arti marziali. Per Bruce non era sufficiente essere bravo, lui voleva essere il migliore. Bruce si stancò del ristorante e si diresse verso Seattle a studiare filosofia presso l'Università di Washington. 

Bruce Lee fu il primo cinese ad insegnare le arti marziali ai bianchi così da spezzare le barriere razziali una volta per tutte. Nel 1961 mentre insegnava ad alcuni studenti universitari, Bruce incontrò una giovane ragazza di nome Linda Emery. Ben presto si innamorarono e si sposarono. Più tardi, nasce loro figlio Brandon, ed un paio di anni più tardi anche la loro figlia Shannon. Nel 1963, Bruce ha scritto un libro intitolato "Il Kung Fu cinese" incredibilmente dettagliato e con disegni molto precisi. 

Nel 1964, in un torneo di Karate organizzato da Ed Parker, Bruce ha dimostrato le sue capacità ad un vasto pubblico a Long Beach, con Taki Kimura come suo assistente. Un produttore televisivo rimane veramente colpito dall'intensità e dalla concentrazione di Bruce tanto da avvicinarsi e proporgli un provino. Questo lo ha portato al suo ruolo di Kato nella serie Green Hornet che è stato girata nel 1965. 

Durante le riprese di questa serie, Bruce ha lasciato Taki Kimura responsabile della sua scuola di kung fu. Anche se la serie Green Hornet non è mai veramente decollata, è durata 30 episodi di mezz'ora. Bruce, a sorpresa, nel ruolo di Kato è diventato più popolare che la stella principale stessa, in particolare ad Hong Kong. Dopo la serie Green Hornet, Bruce ha aperto un'altra scuola di kung fu. Qui è dove ha imparato ad utilizzare i nunchaku dal suo compagno di studi Danny Inosanto. Qui ha anche insegnato ad attori come James Coburn, Steve McQueen e Kareem Abdul-Jabbar. 

Sempre in quella palestra, ha creato la sua propria tecnica di Jeet Kune Do, il che significa (La via di intercettare il pugno). Nel 1967, Bruce ha recitato in "Un uomo chiamato Ironside", come istruttore di arti marziali, Bruce ha sempre fatto le sue acrobazie senza stuntman. Ha poi girato 12 episodi in "Longstreet", una breve serie dove insegna ad un ragazzo la sua tecnica del Jeet Kune Do. Ormai Bruce era diventato un eroe nazionale e ha iniziato la sua propria società denominata "Concord Productions" e ha deciso che avrebbe scritto, diretto e sarebbe stata la star nel suo prossimo film. In seguito andò in Europa precisamente a Roma. Portò anche tre grandi artisti marziali, Bob parete, Whong In Sik e Chuck Norris, che avrebbero combattuto, alla fine del film. Il risultato è stato un altro tutto esaurito e la polizia è dovuta arrivare per fermare gli ingorghi e le grandi folle. 

Bruce, James Coburn e Stirling Silliphant avevano cercato di mettere insieme un progetto chiamato "Silent Flute". La 20th Century Fox ha accettato di farlo, ma investendo un piccolo budget e dicendogli che poteva essere girato in India. Alla fine hanno trascorso settimane là e alla fine hanno deciso che era una perdita di tempo. Successivamente In Nepal Bruce vede un Bigota (Alto Torre). Questo gli ha dato l'idea nel film "Game of Death". Bruce ha girato solo 1/3 di questo film prima di essere interrotto per poi filmare l'eventuale grande successo "Enter the Dragon". "Game of Death" è stata completata nel 1978, dopo la morte di Bruce. La trama è cambiata e Bruce appare solo per 10 minuti alla fine. 

Il 10 maggio del 1973, durante il doppiaggio per gli effetti sonori di "Enter the Dragon", è svenuto per un'intera mezz'ora. Andò in ospedale, gli venne prescritto il farmaco Manatol. E' stato utilizzato per ridurre l'edema cerebrale apparente. Il 20 luglio del 1973, Bruce si era organizzato per incontrare Raymond Chow insieme con l'attrice Betty Ting Pei che sarebbe la protagonista di "Game of Death". Si fermò fuori a casa di Betty e le disse che aveva mal di testa. Lei gli diede un Aquagesic (un antidolorifico che ha usato regolarmente). Bruce va a letto e si addormenta. Durante il sonno, il cervello si gonfia nuovamente innescando una allergia al antidolorifico chiamata edema cerebrale. 



Più tardi Betty cercato di svegliarlo, ma non ci riuscì. In preda al panico, ha chiamato Raymond Chow, che è venuto e ha chiamato il medico. Bruce è stato ricoverato in ospedale al Queen Elizabeth, appena vivo. L'equipaggio dell'ambulanza stava combattendo per rianimarlo, ma Bruce è stato dichiarato "morto all'arrivo". 

Bruce ha avuto due funerali, uno ad Hong Kong e uno negli Stati Uniti. Oltre 27.000 persone hanno partecipato al suo funerale, pochi potevano nascondere il loro dolore. Al suo funerale a Seattle hanno partecipato tutti i suoi amici, la famiglia ed ex studenti. James Coburn e Steve McQueen hanno agito come necrofori. Se si desidera guardare il funerale, lo si può trovare sul documentario Bruce Lee: L'uomo e la leggenda. Infine il 31 luglio del 1973, Bruce è stato sepolto a Seattle. La sua e la tomba di Brandon sono regolarmente visitate da persone provenienti da tutto il mondo. Ci sono sempre fiori freschi sulle loro tombe ogni giorno.



Nessun commento:

Posta un commento